Passa ai contenuti principali

Post

Dialogo intorno al romanzo “Aporia” di Renato Mite

Il romanzo di cui parlerò oggi è “Aporia”, un giallo di tipo investigativo scritto da Renato Mite, autore che abbiamo già avuto modo di conoscere qui su Anima di carta con un guest post dedicato all'arte di prendere appunti, una presentazione di un altro suo libro (Apoptosis) e un'intervista dedicata al suo primo romanzo.

“Aporia” è una storia che si legge con piacere, scorrevole e interessante per alcuni particolari approcci alle indagini condotte da due investigatori privati e per la rete di indizi seguita con pazienza e competenza, che appare al lettore come un filo che si snoda piano piano lungo le pagine. La trama prende il via dalla scomparsa di una ragazza durante la settimana della moda di Milano, quando i due protagonisti vengono ingaggiati dai genitori della giovane per ritrovarla. L'indagine porterà i due investigatori su strade che non immaginavano, fino alla soluzione finale.
Post recenti

Come un dio immortale - Estratto #2

Buona domenica!
Secondo estratto (mi sembra di dare i numeri al lotto...) da Come un dio immortale. Questa volta il brano è tratto da una scena del terzo capitolo. Un momento abbastanza importante, visto che segna l'incontro tra i protagonisti, Flavio e Lyra.
Qui sotto potete leggere il brano da cui è preso.

Si può scrivere anche senza un titolo di studio?

Questo articolo è stato scritto da una mia ospite, Sharon Vescio, con l'intento di condividere con noi una personale esperienza. Prima di tutto quindi trovate alcune note biografiche sull'autrice e a seguire le sue riflessioni. 

Vorrei presentarmi innanzitutto come persona in carne e ossa e poi come scrittrice a livello professionale, pertanto vi faccio una piccola introduzione sul primo obbiettivo.
Per iniziare vi dico che il mio nome mi contraddistingue sin da bambina, i miei genitori hanno scelto bene e non ho mai potuto lamentarmi in merito, perché vent'anni fa non era così comune come invece è diventato al giorno d'oggi e quando dichiaravo di essere Sharon, tutti i bambini mi guardavano con occhi meravigliati, invidiosi e diffidenti.
Sharon non mi appartiene solo come nome di persona, ma mi racchiude come un manto e mi segue come un'ombra, pertanto cerco sempre di non sottovalutare il potere che ne deriva.
Continuo col dire che il mio nome si è associato sin d…

Cartoline promozionali: come farle al meglio?

Quando si dice che un'immagine vale più di mille parole, stiamo affermando una verità sacrosanta. Tutti noi siamo attratti dalle immagini, tanto che la pubblicità ne ha sempre fatto un largo uso, offline e online.

Nell'ambito della promozione libraria online, quindi le immagini offrono a un autore enormi possibilità di far conoscere i propri libri e se stessi. Si tratta di un'opportunità da non lasciarsi scappare per raggiungere un pubblico più vasto della nostra cerchia o anche semplicemente per incuriosire potenziali lettori tra i contatti che già abbiamo.

Come un dio immortale - Estratto #1

Comincio da oggi a presentarvi degli estratti di Come un dio immortale, ovvero delle immagini abbinate a frasi tratte dal romanzo. La mia intenzione è quella di creare brevi flash sulla storia, in una sequenza che rispetti più o meno l'ordine dei capitoli, cercando comunque di non fare spoiler.

Il primo estratto propone una scena del capitolo 1 dal punto di vista del protagonista, Flavio. Più sotto troverete la pagina a cui è ispirata la citazione. Martedì prossimo, invece, conto di parlarvi in modo più teorico di queste cartoline e di come vengono usate di solito in ambito promozionale.

Intanto fatemi conoscere le vostre impressioni!

Giacomo Ramella Pralungo presenta “Cuore di droide”

Per la prima presentazione dell'anno vi propongo la raccolta di racconti di fantascienza “Cuore di droide”. Ce ne parla l'autore, Giacomo Ramella Pralungo. Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti. Se avete domande, l'autore è a vostra disposizione.

Sinossi Le forme di vita artificiali e le intelligenze del computer rappresentano una meta ambiziosa da parte della scienza robotica, cibernetica e informatica. Ma a quali risultati porterebbe?
Richard e Draga, protagonisti di «Cuore di droide», rappresentano entrambi i lati della medaglia, e il loro sentiero li conduce al medesimo responso: la grandiosità dello spirito umano non potrà mai essere minimamente scalfita dallo sviluppo tecnico, il cui scopo è servire piuttosto che generare prodotti atti a creare gabbie e catene pericolose e invisibili in nome del progresso.

Tre parole per il 2018

L'eco delle festività ancora non si è spento e comincia il tipico periodo dei buoni propositi. Pur essendo tutti abbastanza consapevoli di come questi intenti e progetti lascino il tempo che trovano, ci sentiamo comunque attratti dalla voglia di abbracciare nuovi intenti e magari contemporaneamente gettarci alle spalle tutto ciò che non ci piace. Anche per me è così, in qualche modo farlo mi aiuta a dare una direzione più definita alla mia vita. Quindi anche quest'anno partecipo all'iniziativa promossa da Daniele Imperi nel suo blog Penna blu di scegliere tre parole chiave per accompagnare l'anno appena iniziato.

Nella calza della Befana

Quando ero piccola,  il giorno della Befana era molto speciale, in quanto era proprio la vecchina della tradizione a portare i regali a me e al mio fratellino. In realtà sapevo benissimo che erano i miei genitori a occuparsene, però era comunque un momento magico, tanto che spesso restavo sveglia (e fingevo di dormire) nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, pur di cogliere l'attimo in cui i doni e la calza piena di dolci venivano posati sul mio lettino.

In onore di questo bel ricordo ho pensato di mettere oggi e domani l'ebook dei miei due romanzi attualmente in circolazione a prezzo scontato a 0,99 euro. Se qualcuno avesse voglia di approfittare della promozione, li trova su Amazon.
Bagliori nel buio - Ebook 0,99 €Come un dio immortale - Ebook 0,99 €

Tanti auguri di un felice 2018 a ...

Quando leggerete questo post avremo già varcato la soglia del nuovo anno, anche se io sto scrivendo ancora nel 2017. Per bilanci e buoni propositi c'è ancora tempo, per il momento ci tengo a farvi i miei auguri di tanta felicità per questo 2018 nuovo di zecca.

Scrivere una storia è come coltivare una pianta

Come va, amici? Sopravvissuti alla prima tranche di festività?

Oggi sono qui per segnalarvi il mio articolo del numero di dicembre 2017 di 22 Pensieri dal titolo Scrivere una storia è come coltivare una pianta, per il quale mi sono ispirata a un'idea di qualche tempo fa (Coltiva la tua scrittura!), quando accostavo l'attività della scrittura alla coltivazione di un giardino.